I Punti in Bocca si Tolgono da Soli

Quando si subisce un intervento chirurgico in bocca, come l’estrazione di un dente o la rimozione di un tumore, è comune che il dentista o il chirurgo applichi dei punti di sutura per aiutare la guarigione. Ma cosa succede se questi punti non vengono rimossi? In questo articolo esploreremo cosa accade quando i punti in bocca si tolgono da soli, come si riassorbono, quanto durano e come capire se stanno facendo infezione.

Cosa succede se non si tolgono i punti di sutura in bocca?

Se i punti di sutura in bocca non vengono rimossi dal dentista o dal chirurgo, possono causare diversi problemi. In primo luogo, possono causare fastidio e dolore, soprattutto se si trovano in una zona sensibile della bocca. Inoltre, possono interferire con la guarigione, impedendo alla ferita di rimarginarsi correttamente. Infine, possono diventare un terreno fertile per i batteri, aumentando il rischio di infezioni.

Come si riassorbono i punti in bocca?

I punti di sutura in bocca possono essere di diversi tipi, ma quelli più comuni sono quelli riassorbibili. Questi punti sono fatti di materiali che si dissolvono gradualmente nel tempo, senza bisogno di essere rimossi manualmente. Il processo di riassorbimento può richiedere diversi giorni o settimane, a seconda del tipo di materiale utilizzato e della zona in cui si trovano i punti.

Quanto durano i punti che cadono da soli?

I punti di sutura che cadono da soli sono quelli non riassorbibili, ovvero quelli che devono essere rimossi manualmente dal dentista o dal chirurgo. Questi punti possono durare diversi giorni o settimane, a seconda del tipo di materiale utilizzato e della zona in cui si trovano i punti. In genere, i punti in bocca cadono da soli entro 7-10 giorni, ma questo può variare a seconda della persona e della situazione.

Leggi:  Piaghe da decubito - Rimedi della nonna

Come capire se i punti in bocca stanno facendo infezione?

Se si sospetta che i punti in bocca stiano facendo infezione, è importante contattare immediatamente il dentista o il chirurgo. I sintomi di un’infezione possono includere dolore, gonfiore, rossore, pus o febbre. In alcuni casi, l’infezione può diffondersi ad altre parti del corpo, causando complicazioni più gravi. Per questo motivo, è importante monitorare attentamente la ferita e segnalare qualsiasi sintomo sospetto al proprio medico.

Conclusioni

I punti in bocca sono un elemento comune dopo un intervento chirurgico, ma è importante capire come funzionano e cosa fare se si verificano problemi. Se i punti di sutura non vengono rimossi dal dentista o dal chirurgo, possono causare fastidio, interferire con la guarigione e aumentare il rischio di infezioni. Tuttavia, se i punti sono riassorbibili, si dissolveranno gradualmente nel tempo senza bisogno di essere rimossi manualmente. In ogni caso, è importante monitorare attentamente la ferita e segnalare qualsiasi sintomo sospetto al proprio medico per evitare complicazioni.

Lascia un commento